Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

PON

 

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO AD "INDIRIZZO MUSICALE"

ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI STRUMENTO MUSICALE

 

LE LEZIONI DI STRUMENTO sono gratuite in quanto inserite nel piano orario curriculare dell’Istituto, si svolgono di pomeriggio a partire dalle ore 13.00 e si articolano nel seguente modo:

  • 50 minuti di lezione di STRUMENTO individuale alla settimana (uno o due rientri pomeridiani)
  • 1 ora di SOLFEGGIO e/o musica d’insieme collettiva alla settimana (un rientro pomeridiano)

GLI ORARI sono concordati all’inizio dell’anno dai genitori con i docenti di strumento in base alla disponibilità degli stessi e all’impegno orario di classe dei ragazzi.

GLI INSEGNANTI sono musicisti professionisti e docenti a tempo indeterminato selezionati in base a requisiti didattici e di curriculum artistico.
Tutti i docenti effettuano durante l’anno scolastico riunioni di dipartimento per organizzare in modo efficiente ed efficace tutte le attività del corso.

LA VALUTAZIONE dei progressi ottenuti nei due quadrimestri viene regolarmente inserita nella scheda personale dell'alunno.

PER ACCEDERE AI CORSI non è necessaria una conoscenza specifica tecnica e possono accedere ai corsi tutti gli allievi che si iscrivono alla classe prima di ogni tipologia oraria salvo disponibilità di posti che sono stabiliti annualmente.

E' necessario compilare uno specifico modulo di iscrizione (consegnato all’atto dell’iscrizione) e sostenere una semplice prova attitudinale per stabilire a quale strumento musicale i ragazzi siano più adatti e per formulare una graduatoria che tenga conto della disponibilità dei posti

Le date delle prove attitudinali sono comunicate alla scuola primaria, tramite circolare, e anche alle famiglie dei ragazzi  provenienti da scuole primarie esterne all'Istituto Comprensivo.